Piazza dei Miracoli @Pisa

Piazza dei Miracoli, Patrimonio UNESCO dal 1987, non ha deluso le mie aspettative: la maestosità del Battistero e della Cattedrale, la pendenza della Torre di Pisa e fiumi di turisti erano esattamente come me lo era sempre immaginato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non potevano mancare inoltre decine e decine di turisti che, nelle pose più strane, tentavano di scattare la classica fotografia mentre “sostengono” la Torre di Pisa!

Come anticipato nell’articolo precedente, ho deciso di non salire sulla Torre di Pisa ma di visitare il Battistero, la Cattedrale e il Campo Santo: nonostante le origini di questa piazza siano antecedenti al Medioevo, l’aspetto che noi vediamo oggi risalgono al XIX secolo con l’intervento dell’architetto Alessandro Gherardesca.

Per le nostre visite abbiamo deciso di seguire il “corso della vita”, quindi abbiamo iniziato dal Battistero: dedicato a San Giovanni Battista, la costruzione dell’edificio inizio a metà del secolo XII e venne costruito in stile romanico dai capomastri Nicola e Giovanni Pisano e Cellino di Nese. Venne poi restaurato nell’Ottocento, come scritto poche righe sopra, a cura dell’architetto Alessandro Gherardesca.

DSC_0024.JPG

Si tratta del più grande battistero d’Italia: 107,24 metri di circonferenza per un’altezza di 54,86 metri.  Anche il battistero è leggermente inclinato: verso est, in direzione della Cattedrale.

L’interno è molto semplice, non ci sono decorazioni e la fonte battesimale ottagonale, situata al centro su un piedistallo di tre gradini, risale al 1246. Una volta entrati nel battistero è possibile salire qualche scalino e ritrovarsi così a vedere dall’alto l’interno di questo edificio e ammirare più da vicino la cupola.

Dopo il battistero siamo entrati nella Cattedrale, simbolo della potenza e della ricchezza raggiunta nel medioevo dalla Repubblica marinara di Pisa. La sua costruzione iniziò nel 1063 (lo stesso anno di inizio della costruzione della basilica di San Marco a Venezia) e vantava un mix di elementi stilistici diversi: classici, lombardi, bizantini e…islamici. La cattedrale venne consacrata nel 1118 da papa Gelasio II ma già pochi anni dopo iniziarono lavori di ampliamento e ammodernamento.

L’esterno della chiesa è decorato da marmi policromi, tipici delle chiese toscane e ci sono diversi riferimenti alle architettura islamiche e del Sud Italia.

DSC_9963

Una volta entrati, abbiamo avuto la brutta sorpresa di trovare gran parte della navate destra e della zona absidale coperta dalle impalcature dei restauri. Nonostance ciò siamo riusciti ad apprezzare l’impianto a croce latina. Anche dall’interno si può notare l’influenza islamica, soprattutto osservando la cupola ellittica. Il grande mosaico absidale del Cristo in trono tra la Vergine e san Giovanni realizzato dal Cimabue nel 1302 era, come dicevo prima, coperto dai teli.

Il pergamo, con la sua struttura ottagonale, mi ha davvero colpito grazie ai suoi meravigliosi intarsi, alle colonne a forma di cariatidi e al senso di movimento dato dalle decorazioni.

Le reliquie conservate nella cattedrale sono quelle di San Ranieri (patrono di Pisa), la salma di papa Gregorio VIII e la tomba di Arrigo VII di Lussembergo, che è stato Imperatore del Sacro Romano Impero.

DSC_0017

Una curiosità: il lampadario per incenso che pende al centro della navata è detto di Galileo Galieli perchè la leggenda narra che lo scienziato (originario di Pisa) abbia formulato la sua teoria sull’isocroniscmo del pendolo guardandolo oscillare; quello esposto però non è l’originale, che si trova nella cappella Aulla del Campo Santo che sorge proprio lì a fianco.

DSC_0020

Ultima tappa del nostro giro alla scoperta di Piazza dei Miracoli è il Campo Santo: un lungo muro bianco, con un ingresso principale decorato da un tabernacolo gotico. La costruzione iniziò nel 1277 a cura di Giovanni di Simone. La tradizione racconta che l’arcivescovo Ubaldo Lanfranchi, di ritorno dalla quarta crociata, portò a Pisa la terra del Golgota e venne mischiata nel terreno.

Si tratta di un edificio davvero affascinante e, non appena entrati, sembra di essere in un chiostro. Qui venivano sepolte le maggiori personalità della città, spesso riutilizzando i sarcofagi di epoca romana. Purtroppo, l’interesse crescente verso la Torre pendente e i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale che rovinarono seriamente gli affreschi, la popolarità del Campo Santo diminuì drasticamente. Ancora oggi sono in corso i lavori di restauro: fu proprio durante i lavori che, sotto gli affreschi, si trovarano le sinopie oggi consrvate al Museo delle Sinopie di Pisa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oltre alle tombe e agli affreschi, qui sono conservate anche le catene del Porto Pisano: dopo la sconfitta nella battaglia di Meloria, le catene vennero spezzate e portate a Genova dove vennero esposte come monito. Vennero restituite ai Pisani dai Fiorentini nel 1848.

DSC_9984

Curiosità: 0,1,1,2,3,5,8,13,21,34,55… non sono numeri a caso, chi di voi conosce questa successione numerica? E’ opera del matematico Leonardo Fibonacci a cui è dedicata una scultura proprio all’interno del Campo Santo.

DSC_9976

ORARIO
Tutti i giorni dalle 8 alle 20

BIGLIETTI
Per salire sulla Torre di Pisa: 18 euro
Per visitare solo la Cattedrale: gratuitoPer visitare 1 monumento (a scelta tra Battistero, Camposanto e Museo delle sinopie): 5 euro – incluso ingresso alla Cattedrale
Per visitare 2 monumenti (a scelta tra Battistero, Camposanto e Museo delle sinopie): 7 euro – incluso ingresso alla Cattedrale
Per visitare 3 monumenti (a scelta tra Battistero, Camposanto e Museo delle sinopie): 8 euro – incluso ingresso alla Cattedrale

SITO UFFICIALE

COME RAGGIUNGERLA

10 thoughts on “Piazza dei Miracoli @Pisa

Add yours

      1. Si carissima Alessandra io vi sto scarrozzando in giro per gli USA. Il prossimo post lo dedicherò a te in quanto è grazie a te che abbiamo deciso di cambiare percorso verso las Vegas per andare alla scoperta dello Zyon Park. Abbiamo fatto proprio una vera toccata e fuga ma almeno ci siamo fatti un’idea. Visto che conosci questi parchi qualche commentino non sarebbe male. Grazieee

        Liked by 1 persona

Condividi con noi quello che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: