Le anime del legno @ Bormio

Quando si pensa alla montagna, è impossibile non immaginarsi la figura di un artigiano che con con le sue mani callose e forti modella un pezzo di legno che profuma ancora di resina.

E così, durante il brevissimo soggiorno a Bormio non abbiamo voluto perderci l’esposizione “Le anime del Legno”. Già la location è molto particolare: si trova infatti al Mulino Salacrist che, come tutti gli altri mulini della zona, sorge accanto all’Agualar, il canale costruito artificialmente per convogliare le acque del Frodolfo. I primi documenti relativi a questo mulino risalgono al 1196 e, ancora oggi, nel piano seminterrato è possibile vedere gli ingranaggi e i meccanismi originari: tramoggia, macine, ruota e buratto (ancora funzionanti!).

La mostra presenta tre artigiani/artisti/scultori:

Igor Salvadori (nato a Bormio nel 1976). “Il legno è parte della mia vita da sempre, dalle case che ho osservato e vissuto, alle stanze in cui ho dormito, ai giochi, ai boschi che ho attraversato a piedi, agli alberi su cui mi sono arrampicato…alla legno che ho tagliato, trasportato e bruciato. […] Ho iniziato a vedere, attraverso il tronco, forme e figure; da qui il desiderio di estrarle si è impossessato di me continuando a stupirmi, emozionarmi, impaurirmi, e a gioire.”

– Marco Holzknecht (nato a Bormio nel 1963). Parla del suo lavoro con il legno nel dialetto del posto: “Loràr con li man per al pasgèr de fal…per mai desg’méter de imparàr…per rangiàs..per imparàr dai véc…per continuàr a parlàr ai giòen…per far quél che al me piàsc e miga quél che éi troà de far…perché la fadìga la me dà sodisfaziòn. E se vergùn l è miga dacordi, lagàdum iscì perchè de quando g’ài qundesc ègn dòma l’odòr del gèmbro lorà al m’à fermà a pensàr. E per mi l é abòt.”

Vania Cusini (nata a Livigno nel 1975) è anche ideatrice di Wood’n’art, un simposio internazionale di sculture in legno. “Ciò che volevo era lo spirito, ciò che non si vede…è “l’inesistente”, nel vaso che ne fa la qualità. Sto cercando di introdurre nelle mie sculture un discorso interiore che faccia da filo conduttore, un colloquio continuo con me stessa e con gli altri come riflesso. Il libro quindi si scompone in vari personaggi fatti di amore, rabbia, mistero, sensibilità e intuizioni.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vedere queste opere, in questo contesto, ci ha molto colpite: il colore caldo del legno da quale sembrano prendere vita bocche, visi, libri attraggono lo sguardo e spinge il visitatore ad avvicinarsi il più possibile chiedendosi come sia possibile che da un semplice pezzo di legno possano nascere quelle figure.

Un’occasione imperdibile per riscoprire la tradizione della lavorazione del legno, che da materia povera diventa un’opera d’arte preziosa, un pezzo di design unico.

ORARIO

Venerdì, sabato e domenica 16-19
Periodo natalizio: tutti i giorni 16-19

FINO AL 18 GENNAIO 2015

INGRESSO LIBERO

COME RAGGIUNGERLA:

9 risposte a "Le anime del legno @ Bormio"

Add yours

Condividi con noi quello che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: