#CultureForBooks – Qualcuno si ricorderà di noi

Poche volte nella vita un testo teatrale ha catturato il mio interesse…e una di queste volte si è verificata pochi giorni fa, con Qualcuno si ricorderà di noi di Alessia Pizzi, laureata in Filologia Classica con una tesi sulle voci femminili dell’antichità e fondatrice di CulturaMente, sito di informazione culturale composto da 30 redattore sparsi in tutta Italia e conosciuto come “Spacciatori di Cultura”.

CLICCA QUI PER ACQUISTARLO
Photo Credit: Davide Massimo

Qualcuno si ricorderà di noi è un corto teatrale, un atto unico, dove le protagoniste sono quattro donne e grandi poetesse del passato: Saffo, Erinna, Nosside e Anite. Il nome della prima è passato alla storia, anche se accanto alla qualifica di poetessa si sono sempre aggiunti epiteti decisamente poco valorizzanti; le altre 3 invece sono sconosciute ai più e i critici le definiscono “le figlie di Saffo”. Sul palco, insieme a loro, la voce fuori campo di Google che risveglie le donne per avvisarle che finalmente, grazie al web, è arrivata anche per loro la possibilità di essere ricordate!

L’obiettivo è quello di portare l’attenzione sulla questione del femminismo storico, di creare una nuova memoria dove ci sia posto anche per le donne geniali, al pari degli uomini. Un tema che lentamente, anche grazie all’importante ruolo svolto dal web, si sta risvegliando in diversi ambiti (ho già letto diversi libri sul tema: tra i più recenti Le Disobbedienti, Le Regine d’Italia e Le cinque donne).

Come nel passato Saffo fu considerata la “mosca bianca” della letterattura antica a cui si sono ispirate le generazioni successive di donne poetesse, così anche in queste pièce tetrale la donna si erge a guida di un movimento moderno, invitando le tre poetesse ad agire e a far sentire la propria voce. Il silenzio dei secoli passati ha permesso di imparare ad ascoltare, ma ora è arrivato il tempo di farsi ascoltare!

Come suggerisce l’autrice nella prefazione “per leggere serenamente questo testo, quindi, vi consiglio di abbandonare per un momento pregiudizi e luoghi comuni.

2 risposte a "#CultureForBooks – Qualcuno si ricorderà di noi"

Add yours

Rispondi a Culturefor Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: