Home

Una domenica pomeriggio natalizia all’insegna dell’arte mi ha portato nuovamente alla Villa Reale di Monza, questa volta in occasione di una mostra dedicata al fotografo Henri Cartier-Bresson.

Sono 140 gli scatti esposti nelle splendide sale della Villa e ognuno di essi ha contribuito a farmi entrare nel suo mondo. L’immagine simobolo di questa mostra è stata scattata dal fotografo francese a soli 24 anni, quando per lui la fotografia era ancora un grande mistero. Cartier-Bresson non sapeva nemmeno come sviluppare i suoi rullini, si affidava quindi a degli specialisti ai quali chiedeva di non modificare in alcun modo gli scatti che deve essere giudicato “secondo quanto fatto nel qui e ora, nella risposta immediata del soggetto“.

FRANCE. Paris. Place de l'Europe. Gare Saint Lazare. 1932.

Place de l’Europe, Stazione Saint Lazare, Parigi, Francia
Copyright: © Henri Cartier-Bresson / Magnum Photos

La tecnica rappresenta solo un mezzo e il fotografo non torna mai ad inquadrare le sue immagini, le accetta o le scarta. Lo scatto è per lui il passaggio dall’immaginario al reale, un passaggio “nervoso”, rapido, caratterizzato dalla padronanza con la quale si lavora, senza farsi travolgere o sconvolgere. I suoi scatti colgono la contemporaneità delle cose, le sue fotografie testimoniano la nitidezza e la precisione della sua percezione e l’ordine delle forme. Le composizioni geometriche delle sue fotografie nascono in un istante brevissimo, quello che passa tra la sorpresa di individuare una situazione interessante e lo scatto vero e proprio.

Fotografare, è riconoscere un fatto nello stesso attimo ed in una frazione di secondo e organizzare con rigore le forme percepite visivamente che esprimono questto fatto e lo siginificano. E’ mettere sulla stessa linea di mira la mente, lo sguardo e il cuore.

MEXICO. Mexico City. Prostituées. Calle Cuauhtemoctzin. 1934.

Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del Messico, Messico 1934
Copyright: © Henri Cartier-Bresson / Magnum Photos

L’obiettivo del curatore Denis Curti, è quello di far conoscere e capire il modus operandi di Henri Cartier-Bresson, la sua ricerca del contatto con gli altri, nei luoghi e nelle situazioni più diverse, alla ricerca della sorpresa che rompe le nostre abitudini, la meraviglia che libera le nostre menti, grazie alla fotocamera che ci aiuta ad essere pronti a coglierne e ad immortalarne il contenuto.

Le fotografie di Henri Cartier-Bresson sono capaci di farti viaggiare in giro per il mondo e allo stesso tempo indietro nel tempo. Sono scatti che magari hanno più di 50 anni ma allo stesso tempo sono molto contemporanei. La magia della fotografia ha saputo stupirmi ancora una volta…

FINO AL 26 FEBBRAIO 2017

SITO UFFICIALE

ORARIO
Da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00
Venerdì dalle 10.00 alle 22.00

BIGLIETTI
Intero: 12 euro
Ridotto: 10 euro

COME RAGGIUNGERE LA VILLA REALE DI MONZA

6 thoughts on “Henri Cartier-Bresson @Villa Reale di Monza

Condividi con noi quello che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...