Home

Oggi vorrei condividere con voi un’interessante riflessione dedicata ai musei civici in Italia…

minkiarte

Come rompere l’assordante silenzio dei musei civici?

La via più battuta negli ultimi anni è quella di organizzare eventi: quasi ogni museo ormai ha il suo calendario di mostre, visite guidate, aperture gratuite, iniziative didattiche, seminari e, nei casi più “evoluti”, di aperitivi serali. Soluzione spesso efficace a richiamare il pubblico e a fare notizia (e, in non pochi casi, ad aumentare i numeri facendo leva sulla gratuità), ma raramente sufficiente a creare o riallacciare un legame forte e duraturo con la comunità locale (a quanti è capitato di visitare un museo in gita scolastica e non tornarci più)?

Perché quello che può spingere le persone a ritornare in un museo anche quando non ci siano occasioni straordinarie è la possibilità di partecipare ad una narrazione che parli al presente, in cui scoprire ogni volta qualcosa di nuovo.

museo-san-domenico-01

Un esempio che punta in questa direzione sono i Musei di…

View original post 472 altre parole

2 thoughts on “La solitudine dei musei civici (2)

Condividi con noi quello che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...