#CultureForBooks – 10 cataloghi Skira da non perdere

Se come me avete un problema con lo “shopping culturale”, non leggete questo articolo! La wishlist di cataloghi e libri d’arte che vorrei nella mia libreria è ormai incontenibile, soprattutto dopo aver fatto un giro sul sito di Skira dove, oltre alle tante novità, c’è anche una interessantissima sezione di offerte (davvero!) speciali.

Ecco a voi quindi la mia personalissima Top Ten di titoli a meno di 20 €:

1.SGUARDI SUL NOVECENTO

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Una panoramica sull’arte italiana e internazionale del XX secolo attraverso le opere selezionate dalla curatrice Annalisa Scarpa da alcune delle più belle collezioni private italiane.
Catalogo dell’omonima mostra tenutasi a Villa Regina Margherita (Bordighera) nel 2012.

2.ANTONIO LIGABUE – VISIONI E TORMENTI DALL’ESILIO

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

A cinquant’anni dalla prima mostra romana, nel 2017 il Complesso del Vittoriano ha ospitato un’esposizione antologica dell’artista svizzero naturalizzato italiano, con oltre cento opere tra cui alcune mai esposte prima. Una splendida panoramica del fascino del cosidetto “espressionista tragico”.

3.ESPRESSIONISMO TEDESCO NELL’ETA’ DELLE AVANGUARDIE

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

La nascita del gruppo Die Brucke nel 1905 a Dresda è uno degli eventi più importanti per l’arte tedesca e internazionale del Novecento. Grazie al suo linguaggio pittorico e alla sua posizione critica verso la pittura tradizionale, il gruppo diede vita all’espressionismo.
Catalogo dell’omonima mostra tenutasi a Palazzo Ducale (Genova) nel 2015.

4.GAUGUIN E LA BRETAGNA

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

In occasione del centenario della morte dell’artista (nel 2003), questo volume ha accompagnato l’esposizione itinerante che ha fatto tappa anche a Napoli. Erano esposte circa cento opere realizzate da Gauguin tra il 1886 e il 1894 durante il suo soggiorno bretone, accanto alle quali si trovavano anche quelle dei principali artisti della Scuola di Pont-Aven.

5.TOULOUSE-LAUTREC – LUCI E OMBRE DI MONTMARTRE

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Il volume presenta, per la prima volta in lingua italiana, il catalogo completo dell’opera grafica di Lautrec, concepita come risultato di pari dignità rispetto all’opera pittorica. L’artista ha prodotto 351 opere litografiche, 28 delle quali costituite da manifesti.

6.PINO PASCALI – IL DISEGNO DEL MONDO

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Realizzato in occasione dei quarant’anni dalla morte dell’artista, pone in rilievo l’aspetto eclettico e multiforme del genio creativo di Pino Pascali, tra disegni, bozzetti, sculture e installazioni.

7.L’ETA’ DI RUBENS – DIMORE, COMMITTENTI E COLLEZIONISTI GENOVESI

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Una ricostruzione filologica di alcune delle più ricche raccolte d’arte della prima metà del Seicento delle più note famiglie genovesi, andando a ricostruire l’immagine della città all’apice del suo potere. E fu proprio in questo periodo che Rubens soggiornò a Genova. Catalogo dell’omonima mostra tenutasi a Palazzo Ducale (Genova) nel 2004.

8.ARTE E VINO

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Un volume che raccoglie le opere dei più grandi artisti di tutti i tempi accomunate dalla rappresentazione del vino. Il vino che diventa il trait d’union tra uomo e natura, fra natura e soprannaturale dal Rinascimento al XX secolo. Troviamo quindi Guido Reni, Luca Giordano, Pietro Longhi, Tiepolo, Picasso, Depero, Morandi, Sironi…

9.KANDINSKY CAGE – MUSICA E SPIRITUALE NELL’ARTE

Per acquistarlo CLICCA QUI

Un interessante viaggio tra i grandi interpreti della musica e della spiritualità nell’arte del XX secolo, da Kandinsky a Cage. Qualsiasi artista in quel periodo si è confrontato con l’immaterialità della musica: basti pensare al primo acquerello di Kandinsky che sancisce la nascita dell’arte astrata aprendo la strada al suono di segni e di colori.
Catalogo dell’omonima mostra tenutasi a Palazzo Magnani (Reggio Emilia) nel 2018.

10.IL PRIMATO DEL DISEGNO

book
Per acquistarlo CLICCA QUI

Tra le collezioni meno note della Pinacoteca di Brera a Milano esiste una raccolta di disegni, costituitasi a partire da un fondo ritirato nel 1901 dall’Accademia di Belle Arti da direttore della Pinacoteca del periodo (Corrado Ricci). Si trattava di un fondo che raccoglie disegni realizzati dal 1802 al 1857, probabilmente frutto del lavoro degli studenti che seguivano la tradizione delle Accademie risalanti alla scuola dei Carracci che fondavano proprio sul disegno la formazione degli artisti.

Condividi con noi quello che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: